Franchise Expo Paris 2016

Franchise Expo Paris 2016 is the international hub connecting investors from 83 countries with the most renowned franchisors looking to expand their concept worldwide.

Franchise Expo Paris is recognized as the world leading and most diversified franchise exhibition with more than 450 franchisors and 37 000 ready-to-invest entrepreneurs.

The entire international franchise community including consultants, lawyers, bankers, franchise associations, retail real estate developers converge in Paris to exchange ideas, create new relationships and discuss franchise business opportunities.

Franchise Expo Paris is the leading marketplace where investing entrepreneurs can identify and meet the top 450 franchise systems, from 87 activity sectors, looking for their exclusive business partners.

This 4 days show & forum will provide you every information about master franchise and network development so that you can maximize your one-to-one meetings.

  • 100 talks and workshops led by franchise and business start-up specialists
  • Coaching area to support visitors with their business start-up plans

Franchise Expo Paris is the only franchise show whose specific setting and decorated stands help the entrepreneurs to find their best match.

Venue Address: 

Paris Porte de Versailles – Pavillons 2 & 3

Franchising depilazione: 150 centri per No+Vello

La rete di franchising depilazione No+Vello continua a crescere e raggiunge quota 150 centri in Italia, di cui 15 nuovi centri nei primi mesi del 2015. Il franchising specializzato in depilazione con luce pulsata ed estetica avanzata è nato nel 2007 in Spagna e oggi ha superato i 1.000 centri in 8 anni di attività, espandendosi in 16 Paesi nel mondo.

Uno dei punti forza principali del franchising depilazione No+Vello risiede nella rete di supporto all’affiliato, che accompagna l’aspirante franchisee in tutto il suo percorso, dall’apertura alla gestione del centro. No+Vello ha in questi anni ulteriormente rafforzato gli strumenti per i propri affiliati, con l’obiettivo di migliorare quanto possibile le performance dei singoli centri locali. Tra questi strumenti c’è la No+Vello Academy, un’apposita scuola di formazione in cui gli affiliati imparano i segreti più utili del marketing attuale; una figura specializzata, poi, assiste i centri direttamente in loco col fine di individuare le strategie personalizzate più adatte per migliorare i propri guadagni. Un altro punto forza è sicuramente il suo rapporto qualità/prezzo.

Per aprire un franchising depilazione No+Vello è necessario un investimento di 30.000 euro, mentre il fatturato medio annuo è stimato attorno a 140.000 euro, non è richiesta alcuna esperienza e non è previsto magazzino, quindi alcun rischio di rimanenze. La gestione, infine, può essere fatta a distanza e con due soli operatori in sede. Questo permette al franchising di essere un’opportunità valida sia per chi cerca un’opportunità di reddito passivo (il 90% degli affiliati No+Vello) sia per chi cerca un’opportunità di auto-impiego (10%).Questa strategia vincente, unita ad un settore in continua crescita come quello della foto depilazione, rende attraente il brand No+Vello.

“Nonostante il contesto economico difficile – dichiara Antonello Marrocco, direttore generale di No+Vello Italia – il nostro progetto di franchising depilazione ha continuato a crescere, raggiungendo un giro d’affari di oltre 30mln di euro l’anno”.

Aprire un ristorante franchising con 100 Montaditos

100 Montaditos, prima catena di cucina tradizionale appartenente al Gruppo Restalia, società leader nella ristorazione in Spagna, offre finalmente anche Italia tante opportunità per tutti coloro che desiderano aprire un ristorante franchising intraprendendo una nuova avventura lavorativa. 100 Montaditos combina infatti un investimento di portata ridotta con un ritorno previsto entro un lasso di tempo medio di 2 anni.

IL FRANCHISING 100M in 7 STEP

Aprire un ristorante franchising 
Con un concept originale e di tendenza, l’attività commerciale di 100 Montaditos si contraddistingue per la semplicità nella gestione e per la garanzia di un investimento economico. L’azienda inoltre si fa carico di cercare le location più adeguate attraverso un dipartimento di Real Estate dedicato, di aiutare i franchisee nella ricerca dei finanziamenti e soprattutto di formare l’affiliato e il personale supportandolo nelle attività operative e di marketing per tutta la durata della concessione.

Il modello 100Montaditos, perfezionato durante i suoi 15 anni di vita, è risultato facilmente replicabile nei diversi paesi: l’azienda vanta infatti oltre 350 locali in Spagna ed altri 40 all’estero. Con 6 locali già in attività, il brand per il 2015 sta puntando sull’Italia quale primo Paese a livello Europeo dove il Gruppo ha deciso di investire, con un obiettivo di apertura sfidante da realizzare entro la fine dell’anno.

Il casual food made in Spagna dei bocconcini di pane dalla ricetta brevettata rappresenta un Love Brand già per migliaia di consumatori nel mondo e offre ora tante possibilità per gli aspiranti imprenditori Italiani allettati dall’idea di gestire un business innovativo e sicuro con un concept allegro e informale che riesce a riunire allo stesso tavolo giovani, famiglie e «senior».


Vuoi aprire un franchising birreria 100 Montaditos? Compila il form sottostante:

[contact-form-7 id=”3483″ title=”Customer Card Contact Form ITA”]

 

Il franchising abbigliamento e accessori di Piazza Italia: un sogno che si avvera

Piazza Italia, franchising abbigliamento e accessori, è ormai un punto di riferimento a cui si rivolgono sempre più clienti, di qualsiasi fascia d’età. L’apertura degli Store Kids è il fiore all’occhiello dell’azienda che, nata nel 1993, ha mostrato negli anni un approccio estremamente dinamico al business e coraggio nelle scelte imprenditoriali, qualità che le hanno permesso di conquistare la fiducia dei consumatori. Come ci ha confermato Nicola Asteriti (nella foto in basso), proprietario di due punti vendita nel centro storico di Crotone.

Piazza Italia Crotone KCROT e CROT2 (18)

Ci parli della sua storia professionale.
“Ho 46 anni e mi occupo di attività commerciale da quando ne avevo 14. Si può tranquillamente dire che nasco dalla gavetta vera e propria. La prima esperienza in assoluto è stata con i negozi di Varese ed è durata per 15 anni nel mondo calzaturiero italiano. In seguito ho avuto dei negozi miei, sempre di calzature e infine ho iniziato a collaborare con le grandi aziende dal 2000 al 2012, anno in cui, per una serie di motivi, ho deciso di cambiare partner arrivando a Piazza Italia”.

Com’è arrivato al franchising abbigliamento e accessori Piazza Italia?
“Avendo già esperienza nel settore, abbiamo ritenuto di proseguire su quella falsa riga cercando un’azienda che ci potesse dare lo stesso tipo di prodotto, che già conoscevamo, un prezzo un po’ più vantaggioso, visto il momento di crisi che stiamo attraversando. Inizialmente abbiamo valutato varie aziende, entrando materialmente in vari negozi e alla fine abbiamo visto che l’unico che soddisfaceva appieno le nostre esigenze era proprio Piazza Italia, brand che veste tutti, dai bambini alla donna adulta”.

Come è stato il primo approccio?
“In realtà eravamo molto orientati verso il mondo del bambino e volevamo seguire questa strada. Piazza Italia in quel momento stava per inaugurare i primi negozi Kids e questo ci ha dato la motivazione per andare avanti con loro. Abbiamo visitato un punto vendita Kids, abbiamo toccato il prodotto con mano e abbiamo visto il loro modo di esporre e ne siamo rimasti molto affascinati. Così ci siamo detti: – Questo è il mondo per noi! – e in quel momento abbiamo deciso di aprire il primo Kids che adesso è diventato uno dei più importanti d’Italia. Abbiamo contattato, tramite internet, il responsabile del franchising di Piazza Italia e abbiamo fissato un appuntamento. Noi avevamo già il locale, quindi sono venuti a visitarlo e ci hanno dato l’ok, specialmente dopo aver conosciuto le persone che ci lavorano dentro che alla fine fanno la differenza. Noi infatti siamo commercianti che lavorano dentro il negozio dalla mattina alla sera. Io personalmente arrivo alle 6.30 del mattino e vado via alle nove di sera. A me piace così perché questo è un lavoro che faccio con passione. Da quel momento è nato il nostro rapporto lavorativo, prima con il negozio Piazza Italia Kids nel 2013 e dopo un anno e mezzo circa con l’Uomo-Donna. È stato creato un progetto dagli architetti dell’azienda, abbiamo ristrutturato completamente tutto il negozio perché era molto vecchio, abbiamo fatto l’investimento sui mobili e sulla fornitura informatica gestionale. Tutto è durato circa un mese e mezzo, dopodiché abbiamo allestito e aperto. L’azienda è stata totalmente al nostro fianco e ci ha supportato in tutto, compresa la campagna pubblicitaria in fase di lancio”.

Per quanto riguarda la formazione?
“Io sono stato fortunato perché, come ho detto, venivo da una lunga esperienza nel settore commerciale e quindi non ho avuto bisogno di formazione. Inoltre, nella mia squadra ho voluto il personale che già lavorava con me nell’altro negozio che era altrettanto esperto. Abbiamo solo seguito le indicazioni per quello che riguardava la parte visual e l’allestimento interno mettendoci poi anche molta della nostra esperienza personale. L’esperienza è importantissima perché bisogna capire che tipo di pubblico si ha di fronte e dargli l’offerta giusta. Il nostro negozio, inoltre, è uno dei pochi, se non l’unico dove facciamo solo ed esclusivamente vendita assistita. Quindi noi in questo ci differenziamo nettamente dagli altri negozi. La clientela viene assistita dall’entrata fino all’uscita anche se generalmente Piazza Italia utilizza un altro sistema, un allestimento fatto in modo tale che la clientela si possa servire da sola”. Perché questa scelta? “Ci sono delle motivazioni molto valide. Intanto abbiamo sempre creduto che il mondo del bambino abbia bisogno obbligatoriamente di vendita assistita. Quindi l’abbiamo applicata e anche l’azienda si è dovuta ricredere perché ha capito che la nostra metodologia è quella giusta. La mamma che entra per vestire i propri bambini ha bisogno dell’aiuto della commessa che la vada a servire perché ci sono tanti modelli e tante taglie ed è difficile fare la scelta giusta. Noi ci siamo sempre battuti per portare la nostra professionalità e la nostra esperienza a servizio del pubblico. E’ andata talmente bene che l’azienda ha cercato di consigliare questo sistema anche agli altri punti vendita che sono nati dopo di noi. Anche perché i risultati hanno dettato legge. L’abbiamo anche applicata al negozio uomo-donna ma per altri motivi. Il secondo negozio infatti, ha una metratura piuttosto ridotta, quindi la vendita assistita serve ancora di più perché non abbiamo la possibilità di esporre tutta la merce. Quindi col nostro sistema, anche se il punto vendita è piccolo, raggiungiamo dei risultati economici molto soddisfacenti pari a quelli di un punto vendita più grande. Naturalmente va da sé che se avessimo un negozio di mille metri quadrati questo non potremmo farlo per ovvi motivi”.

Quali sono, a suo parere, i punti di forza del franchising abbigliamento e accessori Piazza Italia?
“Avere un grande rapporto qualità prezzo e avere una modellistica eccellente. Piazza Italia riesce a fornire modelli sia alla ragazzina di 13 anni che alla signora di ottanta. Quindi noi abbiamo un’enorme varietà di articoli che piacciono a tutte le fasce d’età, a tutta la famiglia. Specie in questo momento che le famiglie hanno un budget limitato per farsi un guardaroba, con Piazza Italia trovano sempre l’articolo giusto, con un eccellente rapporto tra qualità/ prezzo che adesso più che mai è veramente importante. La loro forza è di avere una grande varietà di modelli e di avere l’assortimento giusto al momento giusto. I negozi sono sempre riassortiti due o tre volte la settimana, quindi si possono trovare sempre tutti i modelli e tutte le taglie”.

Progetti futuri?
“Sicuramente ingrandire il negozio uomo donna è il mio prossimo obbiettivo”.


Vuoi aprire un franchising abbigliamento e accessori di Piazza Italia? Compila il form sottostante:

[contact-form-7 id=”3483″ title=”Customer Card Contact Form ITA”]

 

Finanziamenti al franchising: 500.000 euro per aprire in Lombardia

Nuovi finanziamenti al franchising in vista. Al Salone internazionale del Franchising, che si terrà in Fiera Milano a Rho/Pero dal 23 al 26 ottobre 2015, ci sarà la presentazione del progetto della Regione Lombardia finalizzato a favorire le aperture di negozi in franchising nei centri delle città lombarde.

Il progetto della Regione Lombardia, tra i più importanti finanziamenti al franchising per risorse destinate, prevede 500.000 euro a fondo perduto per tutti coloro che intendono avviare una attività in franchising in Lombardia. Possono richiedere i finanziamenti anche franchisor provenienti da qualsiasi Regione italiana. Per partecipare occorre inviare una dichiarazione di interesse entro il 24 luglio 2015 al seguente indirizzo mail: commercio@pec.regione.lombardia (indicando nell’oggetto “manifestazione di interesse per progetto pilota “fare impresa in franchising in Lombardia”). Oppure chiedere maggiori informazioni a: segreteria@salonefranchisingmilano.com

“Il progetto della Regione Lombardia è assai innovativo – ha spiegato Antonio Fossati, Presidente di RDS & Company, che organizza il Salone del Franchising di Milano in collaborazione con Fiera Milano – perché punta da un lato a sostenere il franchising, dall’altro a combattere la desertificazione dei negozi nei centri storici delle città. Ci auguriamo che altre Regioni italiane vogliano seguire l’esempio virtuoso di Regione Lombardia”.

Il progetto di Regione Lombardia, che è stato sviluppato con il supporto del Salone del Franchising di Milano e delle associazioni di settore, prevede un percorso formativo a supporto dei candidati imprenditori e si giova di un coinvolgimento forte dei Comuni lombardi per l’individuazione e l’ottenimento di condizioni agevolate sulle location commerciali. I vantaggi per i franchisor che aderiscono sono molteplici: finanziamento a fondo perduto per i franchisee selezionati; grande visibilità della rete franchising, grazie alla partecipazione al primo progetto innovativo di questo tipo in Italia;  supporto dei comuni per le location commerciali.

Serafino Di Loreto

Franchising rigenerazione cartucce: UPandGREEN distribuirà Delacamp

Delacamp, azienda con sede ad Amburgo, ha annunciato di aver nominato la rete di franchising rigenerazione cartucce UPandGREEN come distributore ufficiale per l’Italia. Grazie a un’esperienza ventennale combinata con il suo orientamento verso il servizio di alta qualità e supporto tecnico, UPandGREEN è vista come il giusto partner per Delacamp in Italia al fine di mantenere la sua attenzione focalizzata sulla qualità.

Essendo l’Italia un mercato molto importante per Delacamp, era una priorità trovare la giusta soluzione per garantire che i prodotti fossero accessibili a tutto il paese. Come affermato da  Volker Kappius, COO di Delacamp: “In un contesto di mercato in continua evoluzione, in cui anche i grandi protagonisti sembrano fare inversioni a U, è importante avere un partner affidabile con una precisa strategia di qualità. UPandGREEN è il partner giusto per la nostra squadra per portare qualità non solo alle grandi aziende nel mercato italiano, ma anche alle imprese di piccole-medie dimensioni che sono orientate verso la qualità”.

I consumatori italiani stanno mutando di atteggiamento adottando sempre di più una coscienza ambientale, con crescente interesse per i prodotti riciclati e quelli approvati dalle organizzazioni “ecolabel”.

Andrea Busolo, Sales Manager del franchising rigenerazione cartucce UPandGREEN, ha commentato: “Siamo orgogliosi di essere stati scelti come distributori ufficiali per l’Italia da DELACAMP, azienda leader nel mercato aftermarket di componenti per la rigenerazione. Siamo certi che il nostro staff sarà in grado di promuovere  al meglio la linea di prodotti DELACAMP, garantendo spedizioni rapide e assistenza tecnica qualificata capace di rispondere alle esigenze di ogni cliente;  in virtù di un’etica lavorativa improntata su correttezza, validità dei prodotti e dei servizi,  volontà di costante perfezionamento”.


 

Vuoi aprire un franchising rigenerazione cartucce UPandGREEN? Compila il form sottostante:

[contact-form-7 id=”3483″ title=”Customer Card Contact Form ITA”]

Whirlpool, nuovo centro logistico a Piacenza

IDI Gazeley (Brookfield Logistics Properties), specializzata nello sviluppo di magazzini a uso logistico e parchi per la distribuzione, ha annunciato la sottoscrizione da parte di Whirlpool, leader globale nella produzione di elettrodomestici, di un contratto di locazione a lungo termine per un magazzino di 43.000 metri quadrati situato presso il Magna Park di Monticelli in provincia di Piacenza (nella foto). Parlando dell’annuncio Benjamin Khafi Grynfas, Senior Development Director per l’Italia di IDI Gazeley ha commentato: “Siamo entusiasti di poter accogliere Whirlpool nel nostro Magna Park di Monticelli. I fattori chiave che hanno portato Whirlpool a decidere di stabilirsi nel nostro parco sono stati la posizione incredibilmente strategica del sito, l’eccezionale qualità e il customer service”.

Anche Pat McGillyCuddy, Chief Executive Officer di IDI Gazeley per Europa e Cina, ha commentato: “L’arrivo di un affermato produttore mondiale come Whirlpool per il Magna Park di Monticelli rappresenta per IDI Gazeley un altro grande traguardo”. Sempre in relazione all’annuncio dichiara Alessandro Agostini, Whirlpool Supply Chain Procurement Leader – EMEA: “Speriamo che possa divenire il punto di partenza per lo sviluppo di ulteriori collaborazioni future”.

Direttamente collegato alle Autostrade A1 e A21, il Magna Park di Monticelli offre ai clienti il facile accesso all’area di Milano e hinterland. Il parco può ospitare fino a 144.500 metri quadrati di aree di alta qualità strutturate per accogliere alla perfezione magazzini ad uso logistico.  Oltre a Whirlpool e Scerni Logistics, infatti, il parco ospita le strutture operative di Italia Logistica, uno dei maggiori fornitori di servizi logistici integrati (3PL – Third Party Logistics) d’Italia che è già attivo per Enel, la multinazionale leader nella produzione e distribuzione di elettricità e gas.

 

Franchising immobiliare: RE/MAX si espande in Asia

Il franchising immobiliare RE/MAX continua la sua opera di espansione all’estero, in particolare in tutta l’Asia. Il marchio RE/MAX approda in Cina, Mongolia e Giappone. Lo scorso hanno è stata aperta la prima agenzia RE/MAX a Pechino, di proprietà di Catia Kong e del marito Andy Gu. Dopo di loro Nathan Yang ha aperto nuove agenzie affiliate RE/MAX a Shangai, Guangzhou e Shanzen. Da quest’anno RE/MAX è presente anche in Mongolia e Giappone, dove in meno di due mesi sono già state aperte nuove agenzie a Kansai e Osaka. Attualmente in Asia in marchio RE/MAX è presente in Cina, Guam, India, Indonesia, Giappone, Mongolia, Isole Marianne Settentrionali, Palau, Filippine, Singapore, Corea del Sud, Sri Lanka e Thailandia.

RE/MAX, LLC tramite la formula franchising, è oggi il più diffuso network di franchising immobiliare internazionale con 7 mila agenzie affiliate e 100 mila consulenti immobiliari in oltre 97 Paesi nel mondo.

In Italia RE/MAX si è conquistata un posto di leadership, tra i Paesi dove è presente il network a livello internazionale, per la crescita annuale del network di agenzie affiliate sul territorio nazionale. Il franchising immobiliare RE/MAX Italia conta oggi una rete di circa 210 agenzie affiliate su tutto il territorio nazionale e oltre 1.300 consulenti immobiliari. RE/MAX Italia è guidata direttamente dal Presidente e Amministratore Delegato Dario Castiglia, da 26 anni nel settore immobiliare

Franchising ristorazione: Bacio Nero cresce all’estero

La rete di franchising ristorazione Bacio Nero partecipa per il secondo anno consecutivo al Salone del Franchising di Milano, padiglione e stand n. Stand: F29 G30, Padiglione 16 a Rho Fiera Milano, appuntamento che quest’anno è stato anticipato a ottobre per attrarre i visitatori di Expo 2015 e Host, manifestazione mondiale per la ristorazione e hotellerie professionale.

Il franchising ristorazione Bacio Nero, dopo aver ricevuto il premio Adwards 2014 , mira a creare altri punti vendita in franchising e diretti nelle più importanti città d’Italia, europee ed internazionali. Oggi è presente nelle principali città in Italia, Romania, Francia, Svizzera e nei successivi mesi aprirà in Inghilterra, Costa D’Avorio ed Australia. Bacio Nero ha creato un suo concetto di locale semplice, innovativo e di alta qualità, queste sono le principali caratteristiche del franchisor.

Bacio Nero offre e propone prodotti tipici italiani e siciliani quali caffè, gelato, focacce farcite, sandwich speciali e pasta espressa. Infine l’alta qualità del prodotto, l’investimento contenuto e la gestione semplificata di ciascun punto vendita, sono aspetti principali della catena in franchising Bacio Nero.


Vuoi aprire un franchising ristorazione Bacio Nero? Compila il form sottostante:

[contact-form-7 id=”3483″ title=”Customer Card Contact Form ITA”]

 

Franchising occhialeria: NAU! cresce e crea lavoro

NAU! Spa – rete di franchising occhialeria – chiude il primo semestre 2015 con incrementi positivi a due cifre, in termini di risultati operativi, creazione occupazionale, espansione sul territorio e internazionalizzazione.

Rispetto all’anno precedente, il 2014 si è chiuso con un aumento del 34% sul fatturato, che ha raggiunto i 19 milioni di euro e una crescita dell’EBITDA pari al 43 %: sono valori importanti, questi, soprattutto alla luce del panorama economico del Paese e del quadro di generale incertezza che si respira in Italia.

Il franchising occhialeria NAU! ha applicato quella che si definisce la “formula fast fashion” al segmento dell’occhialeria, innovando il mercato grazie al design dei suoi prodotti unito a un prezzo smart. Il consumatore può dire addio al concetto di un unico occhiale importante dal costo proibitivo, e iniziare a cambiare occhiali come cambia abbigliamento e look, con la certezza di indossare un prodotto di grande appeal e altissima qualità. E così, in meno di 10 anni, NAU! è arrivata a sfidare i colossi del settore conquistando la fiducia e le preferenze di milioni di clienti.

Il marchio è cresciuto anche grazie alla riconoscibilità portata dai negozi: alle 17 nuove aperture del 2014, se ne sommano altre 9 perfezionatesi nel primo semestre del 2015, per un totale complessivo di 84 negozi avviati alla data del 30 giugno 2015 sul territorio nazionale, con vendite che hanno registrato un incremento del 19% verso il primo semestre dell’anno precedente.

In tema di sostenibilità, NAU! dimostra il proprio impegno con azioni continuative e concrete, è infatti il primo brand nel settore retail ottico in Europa ad aver ottenuto la certificazione ambientale UNI EN ISO 14001. In virtù della certificazione ambientale NAU! ha definito un sistema di gestione aziendale adeguato a tenere sotto controllo gli impatti ambientali delle proprie attività e a ricercarne sistematicamente il miglioramento in modo coerente, efficace e sostenibile. Dai processi produttivi mirati alla riduzione degli sprechi, alle collezioni in plastica riciclata, come le collezioni in plastica riciclata NAU! Green che ogni stagione si rinnovano con nuovi modelli, fino agli arredi dei negozi in materiale riciclato e alla politica energetica.

Guardando all’espansione, oltre a creare lavoro sul territorio (80 assunzioni nel 2014 e 45 nel primo semestre 2015, per un totale di 398 addetti), va rilevato che da maggio 2015 NAU! SPA ha intrapreso la strada dei mercati internazionali con l’apertura del primo negozio monomarca a Barcellona, cui seguirà nel breve termine un investimento sul mercato indiano – in rapida espansione, insieme a Cina e Russia, seguite da Brasile, Messico, Repubblica Ceca, Emirati Arabi, Turchia, Tailandia e Polonia – ritenuto strategico per il settore.

Dal punto di vista della distribuzione, riveste inoltre significativa importanza la presenza degli 84 negozi nei maggiori Centri Commerciali e nei più prestigiosi centri storici, vedi l’apertura in Via Dante a Milano, oltre che nel fondamentale canale del travel retail, con ben sette punti vendita monomarca in particolari scali aeroportuali come Milano Malpensa e Linate, Bergamo, Bari e Torino.

L’impegno costante condotto dal franchising occhialeria NAU! su più fronti e ad ampio raggio è stato riconosciuto non solo dagli indiscutibili risultati di mercato ma anche dal conferimento del prestigioso AZ Franchising Award 2014 per l’innovazione apportata nel prodotto e nel format distributivo e del Planet Sierra Award 2015 per l’attuazione delle migliori pratiche in ambito ambientale. Mentre i dati ANFAO (Associazione Nazionale Fabbricanti Articoli Ottici) rilevano una sofferenza dell’occhialeria Italiana per il mercato interno con una perdita di un ulteriore punto percentuale sul 2014, NAU! SPA si conferma nuovamente un’azienda in crescita che crea lavoro, in controtendenza con il segmento, con un brand sempre più conosciuto ed apprezzato in Italia e all’estero, frutto dell’impegno nella ricerca e nello sviluppo e soprattutto con un occhio alla sostenibilità.


Vuoi aprire un franchising occhialeria NAU!? Compila il form sottostante:

[contact-form-7 id=”3483″ title=”Customer Card Contact Form ITA”]