“Vi spiego come aprire un negozio di fiori in franchising”

Trasformare creativamente il mondo dei fiori e farne un business vincente e di successo. Questo è l’incredibile risultato ottenuto dal brand Fiorito, nato nel 2009, premiato per il format più innovativo del 2014 e primo in Italia con la sua formula del libero servizio. Con la formula del franchising, dal 2009 ad oggi, il gruppo Fiorito ha testato, analizzato, verificato il suo progetto guadagnandosi una vasta esperienza sul campo che ne garantisce l’efficacia e l’affidabilità e che tutela l’investimento dei propri affiliati. Qui sta la principale ed essenziale differenza tra Fiorito e i suoi concorrenti i quali, nel corso degli anni, hanno invece subito chiusure di più punti vendita. Fiorito è un franchising italiano di fiori e piante in cui il cliente è sempre il protagonista assoluto: liberamente guarda, sceglie e decide cosa acquistare con la formula del “Fai da Te”. Il progetto innovativo ha dato uno scossone al mondo dei fioristi che dormivano sonni beati da almeno 50 anni, come ci racconta in questa intervista Marina Cesana (nella foto), determinata ed entusiasta imprenditrice che a Lecco, dal momento della sua affiliazione a Fiorito, ha sbaragliato completamente ogni tipo di concorrenza posizionandosi al primo posto nel business dei fiori.

fiorito-dipendentiQuando nasce la sua passione per il mondo dei fiori?
“Per 20 anni sono stata un’impiegata amministrativa. Poi mi sono decisa e ho fatto un salto nel mondo dei fiori. Ho seguito questo progetto perché ne avevo sentito parlare in Francia. Mi sono detta “perché non portare questo servizio a Lecco?”, perché per me questo negozio è un servizio vero e proprio per i cittadini. Noi siamo aperti sette giorni su sette per 365 giorni all’anno ed è un punto di riferimento per qualsiasi evento in qualsiasi momento. Per me Fiorito è un’insegna forte che sta riscuotendo sempre più velocemente un enorme successo grazie alla sua formula semplice e diretta. Noi infatti bypassiamo tutti gli intermediari e i fiori arrivano nel giro di 24 ore dall’Olanda, abbiamo prodotti sempre freschissimi e nel mio negozio c’è sempre personale qualificato che riesce a realizzare dei nuovi bouquet e delle composizioni pret à porter utilizzando i fiori di stagione”.

Qual è l’iter che deve seguire un nuovo affiliato per aprire un negozio di fiori in franchising?
“Il team di Fiorito accompagna il candidato in tutte le fasi. La scelta della location è strategica. La cosa più importante è che deve essere un negozio posizionato in una zona frequentata da molte persone. Noi per esempio siamo sul viale che porta in centro dove c’è un grande passaggio di automobili ed è strategico perché Lecco è un paesotto con un bacino di utenti di 50.000 abitanti. Dopo la sottoscrizione del contratto si segue un vero e proprio percorso di formazione all’interno dei negozi dove si impara tutto, dalla parte amministrativa alla cura e alla lavorazione dei fiori. Sempre supportati da un team di esperti”.

Com’è la vostra giornata tipo?
“Il negozio si risveglia tutte le mattine con la preparazione dell’esposizione con i mazzi di fiori già confezionati. Noi ci alterniamo: chi apre prepara l’esposizione. Poi pensiamo alla preparazione dei bouquet e delle composizioni come per esempio i centritavola, tanto per fare un esempio a caso. Apriamo alle otto e massimo alle nove e mezza il negozio è già operativo. I fiori arrivano due volte a settimana ma qualora ci fossero delle urgenze capita che ci riforniamo anche da fornitori locali. Abbiamo un certo margine di indipendenza per quanto riguarda l’operatività. L’importante è seguire le linee guida dell’azienda. I fiori ci arrivano tutti inscatolati, li controlliamo, li lavoriamo e decidiamo come prepararli. Poi facciamo ogni settimana delle promozioni con dei prezzi concorrenziali. I prezzi d’acquisto ci permettono di fare offerte impensabili per gli altri fioristi”.

Come avete gestito la concorrenza?
“I fioristi si sono svegliati perché qui dormivano sogni d’oro. Alla domenica non si trovava mai un negozio aperto. Adesso invece i fioristi sono sempre aperti anche se magari hanno orari diversi. Inoltre, anche loro hanno cercato di ampliare l’acquisto a diverse tipologie di fiori. Qui i fioristi sono tutti a conduzione familiare con dei negozi piuttosto piccoli mentre noi abbiamo a disposizione una metratura piuttosto ampia. Immagini che differenza”.

Com’è andata la prima fase?
“L’apertura è stata grandiosa. Il pubblico è stato entusiasta e il progetto è andato bene fin dall’inizio. Passato il periodo nel quale eravamo una novità, il business si è assestato e nei periodi delle festività come Natale, San Valentino, Pasqua e così via abbiamo sempre il pienone e qui a Lecco il mio è senza dubbio il negozio numero uno”.

I rapporti con l’azienda sono costanti?
“Sì, devo dire che come affiliati facciamo proprio un gioco di squadra, ci supportiamo moltissimo anche tra negozi. Però io ho l’indipendenza di decidere quando e come fare la promozione e faccio concorrenza anche ai supermercati. Sono io che decido cosa voglio acquistare e quali prezzi fare. La casa madre propone delle iniziative come per esempio l’accostamento dei bijoux ai nostri prodotti classici. Questa iniziativa mi ha lasciato veramente soddisfatta perché è stata molto gradita dal pubblico, specialmente per San Valentino, Festa della Mamma ma anche per compleanni e ricorrenze varie. Poi siamo noi che ci inventiamo tutti gli abbinamenti”.

Perché scegliere di aprire un negozio di fiori in franchising con Fiorito?
“Sicuramente perché è il futuro del mondo dei fiori. C’è un’enorme scelta e il prezzo è decisamente competitivo. Il cliente trova sempre delle proposte vantaggiose che lo portano a tornare. In più trova del personale competente che lo assiste nella scelta e nella composizione dei propri omaggi. Quindi varietà, qualità, prezzo e competenza professionale”.


 

Vuoi aprire un negozio di fiori in franchising con Fiorito? Compila il form sottostante:

[contact-form-7 id=”3483″ title=”Customer Card Contact Form ITA”]

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *