Kasanova+: A Varese L’occasione È A Portata Di Touch

“Web Window”. È l’ultimo nuovo progetto firmato Kasanova+. Il punto vendita in questione è Kasanova + di Varese in Piazza XX Settembre 6 Angolo Via Mazzini 14,  certamente uno dei più hi-tech e all’avanguardia in Italia nei tre piani d’esposizione su una superficie di poco meno di mille metri quadrati. La novitàè  nelle vetrine esterne dove ci sono due monitor da 42 pollici che invitano il cliente, con immagini in movimento, a interagire.  Al tocco del monitor da parte del cliente, si apre una schermata con tutti gli ambienti della casa e, con la funzionalità scroll si scorrono i prodotti presenti in negozio, le loro caratteristiche e il prezzo. Una scritta “approfittane subito” avvisa che confermando l’ordine si potrà usufruire del 10% di sconto alla cassa. Una volta terminata la spesa l’ordine verrà inviato direttamente alla cassa del negozio dove il cliente potrà “riscattare” la sua promozione e fare un vero affare.

Caffe’ Ottolina E Il Suo Progetto Franchising

La storica torrefazione Caffè Ottolina, marchio leader nella distribuzione professionale di miscele di caffè pregiate, ha presentato, lo scorso marzo, il suo progetto franchising Ottolina Cafè al Franchise Expo Paris confermando una strategia di espansione del marchio voluta dai fratelli Fabio e Stefano Ottolina, guidati dal padre Remo, con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio costruito dalla famiglia in 70 anni di attività nel mondo della torrefazione. Il progetto franchising firmato Caffè Ottolina è l’evoluzione del concetto di artigianalità della bottega
storica trasformata in una grande industria della torrefazione, cui si aggiungono la ricerca e il controllo per offrire un prodotto di qualità riconosciuto dai veri appassionati di caffè e scelto dalla catena di ristorazione McDonald’s come fornitore per i suoi McCafé.

Divani&Divani Passa Al 3d

A quasi 30 anni dalla creazione della catena specializzata in divani in franchising, il mercato cambia e Divani&Divani by Natuzzi si rilancia. L’ultimo passo in questa direzione è un nuovo format per i negozi della catena, con cui ne sono già stati aperti due, creato in collaborazione con Patrick Norguet, designer francese vicino al mondo della moda, in cui si mette al centro l’esperienza del cliente, con ambienti pensati per i diversi target di riferimento e anche un configuratore 3D per personalizzare il prodotto. Sul fronte delle collezioni, si punta sull’innovazione e sulla tecnologia al servizio del comfort. L’esperienza del cliente non è di pura selezione dei prezzi e dei prodotti ma inizia dall’ingresso con la comunicazione che racconta la storia del brand, per poi arrivare nell’area trattativa centrale dove attraverso il configuratone 3D si può personalizzare il prodotto in ogni aspetto e visualizzarlo.

Mondadori Investe In Digitale

Ernesto Mauri, amministratore delegato del Gruppo Mondadori, comunica l’imminente strategia di Mondadori che si focalizza su alcuni precisi punti: investire in acquisizioni nei comparti più redditizi, che sono i Libri e il Digital, risolvere con azioni mirate la perdita sul mercato francese, attivare una politica di efficienza sui costi dei Periodici italiani con riorganizzazioni e ristrutturazioni, proseguire con il piano di espansione del canale franchising nel Retail. Una strategia che è conseguente al fatto che il gruppo ha raggiunto i quattro obiettivi che si era posto a inizio 2017 con risultati in linea con le attese. Il mercato è in flessione per quanto riguarda la carta e in leggero aumento nel digitale che per Mondadori rappresenta  il vero terreno di crescita.

A Roma Apre Il 23° Mondadori Store

Da domani un nuovo Mondadori Bookstore sarà presente a Roma, all’interno del Centro Commerciale AURA, il polo dello shopping inaugurato nel cuore del quartiere di Valle Aurelia, a poca distanza dalle mura di Città del Vaticano.

Con più di 15.000 titoli disponibili e una proposta di eventi che spazia dagli incontri con i protagonisti del mondo letterario e musicale a laboratori per bambini, la nuova libreria firmata Mondadori sarà un punto di riferimento per tutti i lettori e i visitatori del centro, un luogo dove trovare un mondo di cultura ed emozioni.

Con questa apertura salgono a 23 i punti vendita del network Mondadori Store sul territorio romano, una presenza capillare che conferma la catena del Gruppo Mondadori la più estesa rete di librerie in Italia, in grado di servire ogni anno attraverso i suoi 600 store oltre 20 milioni di clienti.

Il Mondadori Bookstore, situato in una posizione adiacente all’ingresso principale del Centro Commerciale Aura, si sviluppa su una superficie di 300 metriquadri, dove i clienti troveranno le ultime novità editoriali, narrativa, saggistica, classici e fumetti, un’area rivolta a bambini e ragazzi con libri e giocattoli, un settore musica e film, i migliori prodotti di cartoleria, gift box, e un corner dedicato all’e-reader Kobo.

All’interno della libreria il Mondadori Cafè, dotato di 35 posti a sedere, accoglie i clienti in ogni momento della giornata, dalla prima colazione all’aperitivo, con prodotti gourmet e salutari, e un’attenzione particolare dedicata anche ai bisogni dei più piccoli.

Nuovo Spazio Romano Per Red Di Feltrinelli

RED (Read, Eat, Dream), proposta ideata e realizzata da Gruppo Feltrinelli e sviluppato con CIR food, torna a Roma con un nuovo spazio. Proposte tematiche e novità editoriali, presentazioni di libri, showcooking, aperitivi in lingua straniera, performance musicali dal vivo: ecco l’idea di base del concept RED. Il punto vendita di via Tomacelli è esteso su oltre 500 metri quadrati, distribuito su tre livelli, comprensiva di terrazza. La libreria è fornita di oltre 10mila titoli. Da RED via Tomacelli è disponibile il meglio della proposta culturale targata la Feltrinelli. Novità editoriali, proposte tematiche, i grandi classici. Accanto alla narrativa e alla saggistica sono presenti i settori dedicati alla letteratura per ragazzi, ai viaggi, agli hobby oltre a esposizioni mirate su lifestyle e attualità. Completano l’offerta di RED i settori Musica e Home Video.

Smemoranda, flagship store a Milano e futura quotazione in Borsa

Smemoranda torna a casa. Dopo Roma, Miami, Shangai, la Holding Gut-Smemoranda apre il prossimo 16 novembre un flagship store a Milano, dove è nato proprio 40 anni fa a Milano il noto diario-agenda. Il nuovo flagship store è all’insegna della milanesità, con i brand Nava Design, storico brand di borse e stationery acquisito da Gut nel 2016 Design, e MH Way, altro brand di borse di design entrato recentemente nel Gruppo.

Nate a Milano – l’una nel 1970 e l’altra nel 1982 – Nava e MH puntano entrambe sull’innovazione. Entrambi si distinguono per gli importanti riconoscimenti internazionali oltre che esser presenti nelle collezioni permanenti di noti musei e sedi artistiche come il Moma e il Guggenheim Museum di NY, la Triennale di Milano e il Centre Pompidou di Parigi.

Luminosità, ordine ed essenzialità caratterizzano volutamente gli ambienti del flagship store così da concentrare l’attenzione sul prodotto, un’articolata offerta di accessori, borse, zaini e stationery frutto del contributo di famosi designer o del tratto creativo dei designer interni di Nava e MH Way, l’uno sotto la direzione creativa di Gian Carlo Soresina e l’altro di Makio Hasuike, noto progettista nonché fondatore di MH.

I marchi Nava e MH Way costituiranno il nostro maggior veicolo di sviluppo internazionale nei prossimi anni ha dichiarato Roberto Ghiringhelli Cavallo, Amministratore Delegato dei due brand nonché Direttore Generale del Gruppo. L’inaugurazione di Milano rientra infatti in un articolato piano di sviluppo della Holding, che vedrà già dal 2018 nuove, importanti aperture estere oltre all’entrata in Borsa.

101 Caffè, il franchising dell’espresso arriva a Cagliari

(AZ Franchising) La Sardegna, terra di sole, mare e piatti tipici meravigliosi, ora è ufficialmente anche terra dell’espresso: 101CAFFE’ finalmente arriva a Cagliari, vivace città universitaria, ricca di cultura, storia millenaria e delizie gastronomiche. Situato in zona centralissima e molto frequentata, questo punto vendita è entrato di recente a far parte della catena di negozi in franchising 101CAFFE’, affermato brand italiano specializzato nella vendita di caffè in cialde, capsule, grani, macinati e solubili, provenienti dalle migliori torrefazioni artigianali regionali del nostro Bel Paese.

Aromi intensi per un espresso che non si fa dimenticare, e che si può assaporare nell’area degustazione dedicata ai clienti. Il brand 101CAFFE’, che oggi conta 80 negozi in tutta Italia, è conosciuto non solo per l’alta qualità dei suoi caffè (siano essi miscele o monorigini) ma anche per le sue deliziose bevande per tutti i gusti: tè, tisane, cioccolate, orzo, ginseng, cicoria e molte altre, in capsule compatibili con qualsiasi macchina da caffè presente sul mercato, come Lavazza, Nespresso, Nescafè DolceGusto, Illy, Bialetti e Caffitaly. E, a proposito di Caffitaly, il negozio 101CAFFE’ di Cagliari si distingue per la sua ricca gamma di prodotti e per il suo vasto assortimento di macchine: quelle Caffitaly, dai prezzi interessanti, hanno un design che unisce stile italiano, gamma di colori e funzionalità, e si adattano ad ogni cucina ed ufficio. La Sardegna dà quindi il benvenuto a 101CAFFE’, col suo primo negozio in quest’isola dai mille sapori, dove i clienti sono “Liberi di scegliere” tra tante promozioni: a Cagliari, in via Cocco Ortu 69.

Per informazioni: cagliari01@101caffe.it

Nespresso, quinto store emiliano a Bologna

(AZ Franchising) Nespresso, rete globale nel settore del caffè porzionato, ha inaugurato una nuova Boutique a Bologna. Il punto vendita, il quinto in Emilia Romagna, si colloca all’interno del Gran Reno Shopville.

Nel contesto di uno dei principali centri commerciali del capoluogo emiliano, il punto vendita Nespresso offre un piacevole luogo di incontro e di degustazione per tutti gli amanti del caffè. All’interno della Boutique gli esperti Coffee Specialist sono a disposizione di tutti i clienti per guidarli nella scoperta dell’esclusivo mondo Nespresso e nella scelta dei Grand Cru più affini alle loro preferenze. Nella Boutique è inoltre presente un’area recycling, in cui tutti i Club Member possono consegnare le capsule esauste e contribuire al progetto di raccolta e di riciclo del caffè e dell’alluminio.

Con questa nuova apertura Nespresso amplia ulteriormente la propria presenza in Italia, raggiungendo un totale di 54 Boutique su tutto il territorio nazionale. Un esteso network di punti vendita a cui l’azienda affianca altre opzioni di acquisto, come l’e-commerce, l’app e il call center, per garantire ai propri Club Member un’esperienza sempre multicanale e altamente personalizzata.

Mondadori Retail, sette e lode

(AZ Franchising) Sette librerie. Quale miglior esempio di affiliato contento della propria rete in franchising? E Stefano Adami (nella foto accanto), 47 anni, geometra, al progetto di Mondadori Retail ci crede così tanto che dal 1995 ha aperto una serie di librerie del network di librerie del Gruppo Mondadori. “Avevo delle librerie indipendenti – ci dice in questa intervista – ma sentivo la necessità di fregiarmi di un marchio importante. Cosa meglio dell’editore leader del mercato italiano?”. Dalla prima nel 2000 all’ultima del dicembre scorso, Stefano ha aperto a Crema, Trento, Acqui Terme, Genova, Sestri Levante, Varazze e Loano.

bty

Stefano, quando e perché ha deciso di affiliarsi al franchising di Mondadori Retail?
“La prima libreria con insegna Mondadori fu aperta nel lontano 2000 a Pesaro, quando il franchising Mondadori era nato da poco tempo. Già dal 1995 avevamo avviato come indipendenti alcune librerie e la scelta di affiliarci al franchising Mondadori Retail fu dettata dalla possibilità di fregiarsi del nome del maggiore editore italiano, ma soprattutto dalla possibilità rivoluzionaria di poter formare una sorta di partnership in cui veniva offerta la possibilità di forniture di libri in conto deposito, alleggerendo l’investimento iniziale e il rischio d’impresa”.

Quanto tempo è passato dalla firma del contratto all’apertura effettiva?
“In quel particolare caso alcuni mesi, ma si era veramente agli inizi. Per l’ultima libreria nata a Trento nel dicembre 2016, dalla firma del contratto all’apertura effettiva sono passati circa 40 giorni”.

Qual è stato l’ammontare dell’investimento iniziale?
“Se ci riferiamo all’ultima apertura, parliamo di circa 140mila euro per uno spazio di 250 metri quadrati, compresi i lavori di sistemazione e impiantistica del negozio”.

Chi si è occupato di eventuali lavori al locale?
“Li ho seguiti personalmente, in stretta collaborazione con l’ufficio tecnico di Mondadori Retail”.

Mondadori Retail le ha fatto seguire dei corsi di formazione? Quanto sono durati? Quali gli argomenti toccati?
“All’epoca ho seguito alcuni corsi di formazione riferiti soprattutto all’uso del software, oggi, data l’esperienza, collaboriamo ospitando, quando richiesto, i neo-affiliati per uno stage. Ritengo che la miglior preparazione avvenga toccando con mano cosa voglia dire stare realmente in libreria, svolgendo questo meraviglioso lavoro a contatto con i nostri clienti, aprendo le scatole e sistemando nel miglior modo i libri che ogni settimana affollano i nostri punti vendita”.

Che tipo di servizi le ha offerto la Mondadori Retail in fase di preapertura?
“Consulenza tecnica per quanto riguarda i lavori da effettuare nel negozio, la fornitura degli arredi e lo studio della comunicazione. L’uso del software (di ultima generazione), proposta di layout relativo al nuovo spazio e aiuto fisico tramite gli agenti sul territorio nella spunta e sistemazione delle migliaia di volumi che si movimentano in fase di allestimento della libreria”.

Quali nel momento dell’inaugurazione?
“Assistenza in loco nel giorno dell’inaugurazione, e altre personalizzabili, come la pubblicità pre-apertura o la presenza di hostess che promuovano la nostra fidelity card (payback), o particolari promozioni per il giorno/ settimana dell’inaugurazione”.

In che cosa consiste il kit dell’apertura da parte della Mondadori Retail?
“Un po’ è il riassunto di quanto detto prima, ma l’aspetto che reputo fondamentale resta la fornitura dei volumi in conto deposito, in sostanza la possibilità di non avere magazzino. Apprezzato dai clienti sono i due mensili da omaggiare ai clienti, le campagne sconto esclusive e i nuovi servizi di cross-canalità che puntano a una maggiore soddisfazione del cliente”.

Perché aprire una libreria? Quali i suoi obiettivi?
“Aprire una libreria è un piccolo atto d’amore verso i libri, ma nel mio caso soprattutto verso una professione appagante, che mi ha dato tanto dal punto di vista umano e professionale. Anche nel mondo complesso di oggi e nonostante l’avanzata del mondo digitale, aprire una libreria in franchising può essere ancora un’opportunità concreta di business”.

Come avviene l’approvvigionamento? Ha libertà di scelta sulla composizione degli scaffali?
“Dopo l’impianto iniziale concordato con la casa madre, gli approvvigionamenti avvengono in assoluta autonomia attraverso ordini giornalieri telematici, compilazione di cedole novità, con quantità proposte ma assolutamente modificabili. Da parte di Mondadori Retail un occhio di riguardo viene dato alla presenza sugli scaffali dei titoli immancabili, desunti dalle vendite nel mercato italiano, volumi che una buona libreria deve sempre avere. Ogni affiliato ha davvero la possibilità di sentire sua e personalizzare l’offerta di libri per i propri clienti”.

Qual è la sua redditività al metro quadrato?
“Direi circa 3.500 euro al metro quadrato con picchi dovuti a contesti particolari”.

Se dovesse scegliere tre caratteristiche per cui consiglierebbe di affiliarsi a Mondadori Retail? “Premettendo la passione per i libri, scegliere Mondadori vuol dire: affiliarsi a un marchio che ha fatto la storia del libro in Italia ed entrare a far parte di un gruppo di librerie molto diffuse sul territorio e quindi immediatamente riconoscibili; poter concentrare in un unico punto vendita due valori fondamentali: quello dato dall’appartenenza a una catena così importante con tutto ciò che ne consegue, sommato alla autonomia di ogni affiliato di rendere la propria libreria Mondadori – al di là dei segni distintivi comuni – unica e costruita secondo la propria personalità, un valore tipico, questo, delle librerie indipendenti; avere infine la possibilità fondamentale di approvvigionarsi di libri e prodotto no-book in conto deposito, pagando mensilmente i soli prodotti venduti”.