Dorelan: il franchising di materassi diventa… una storia

Il franchising di materassi  Dorelan – con il nuovo Dorelanbed di La Spezia aperto il 25 luglio – ha dato vita al concept 2.0 dei suoi monomarca.

Punto centrale è lo “storytelling”: la visita al negozio si trasforma in vera e propria “bedding history”, i prodotti saranno gli argomenti della narrazione che ognuno potrà costruire secondo i propri bisogni e desideri. Il percorso non sarà più prestabilito ma personalizzabile.

«Dorelanbed è un progetto importantissimo a cui lavoriamo da quasi 10 anni – spiega Luca Ferracci, franchising manager Dorelanbed–. Con il nuovo concept desideriamo rafforzare definitivamente sul territorio nazionale la nostra brand identity, fatta di servizio e cultura del buon sonno all’insegna della qualità e del made in Italy. Obiettivo successivo sarà l’esportazione del format Dorelanbed nelle principali capitali europee già forse a partire dal 2016».

Il Dorelanbed di La Spezia è il primo a presentarsi al pubblico in questa veste rinnovata: 240 metri quadrati hanno appena aperto le porte non lontano dal centro della città. Responsabile del progetto, Fabio Primi, Ad diMilano DB Srl, da quasi 20 anni manager della grande distribuzione, titolare anche del Dorelanbed di Vicenza e già pronto all’avviamento di nuovi franchising in Liguria, nel capoluogo e a San Remo, e a Modena, Rimini e Perugia. Il tutto tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016.

Arrivano così a 65 i Dorelanbed in Italia, dalla Sicilia al Trentino, il progetto di franchising, avviato nel 2008 è in costante crescita.

Serafino Di Loreto

1 commento
  1. andrea treviso
    andrea treviso dice:

    Dorelan è da anni un marchio e un franchising di materassi che opera con la stessa qualità con cui opererebbe un piccolo negozio dove si producono materassi artigianalmente.
    E’ un’azienda che ha saputo stare al passo con i tempi, e con il mercato, e capire che l’utente non vuole più un semplice materasso a buon prezzo. vuole un’esperienza, vuole dormire bene.
    I materassi ci accompagnano nella nostra vita, anche per 10 anni e quindi era normale che prima o poi la concezione si spostasse da semplice oggetto a esperienza da vivere, e questa stesso sentimento deve essere provato durante l’acquisto.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.