Franchising gelateria: ce n’è per tutte le tasche

Franchising gelateria, un’alternativa vincente. Non solo per l’innalzamento generale delle temperature. La primavera/estate dell’anno 2014 è stata la sesta stagione più calda degli ultimi 210 anni. L’associazione Coldiretti ha dato un po’ di dati. In Italia sono oltre 37mile le botteghe artigianali per un’offerta di oltre 600 gusti e un giro di affari nel 2012 di 2,5 miliardi di euro, 3,5 se consideriamo anche la quota relativa alle macchine e alle attrezzature. Il business è promettente perché stiamo passando dal considerare il gelato un dolce a vero e proprio pasto. E nei sempre più caldi mesi primaverili ed estivi lo sostituiscono alla classica ristorazione. Sono 23 milioni gli italiani che ogni anno consumano abitualmente gelato, per oltre 15 chili a testa e una spesa totale di 5 miliardi di euro.
Attenti, però. Non tutte le zone di Italia sono uguali. I più attratti dal gelato come alimento, secondo le stime anche dell’Associazione italiani dei gelatieri, sono i residenti del Nord Est, seguiti da quelli del Nord Ovest e del Centro. Il Sud fa segnare la più bassa incidenza di gelaterie con 58 punti vendita ogni 100 mila abitanti.

Le offerte di franchising gelateria non mancano, sono diversificate e coprono varie fasce di investimento, dalle offerte low cost buone per chi non ha grossi capitali per partire a quelle più costose che però garantiscono il franchisee dal punto di vista dell’hardware (macchine self-service, per esempio).

Fra le offerte per aprire un franchising gelateria che si caratterizzano per un franchising low cost segnaliamo due offerte, quella di Gelatieri d’Italia (clicca qui per richiedere info franchising) e quella di Bacio Nero (qui per info franchising). Per Bacio Nero l’investimento è di 15.990 euro per un fatturato medio annuo che la casa madre ha calcolato in una fascia da 300 mila a 1 milioni e 200 mila euro. Per aprire un franchising gelateria Bacio Nero è necessaria avere un locale di 40/60 metri quadrati per un bacino di utenza di 10 mila euro. Non è necessaria avere esperienza nel campo. Così come non bisogna avere esperienza per aprire un franchising gelateria Gelatieri d’Italia. In questo caso l’investimento iniziale è di 9 mila euro per un fatturato medio annuo di 150 mila euro. Il locale che l’affiliato deve avere a disposizione deve essere di 40 metri quadrati. Non si pagano diritti d’ingresso (fee) o royalty.

Una tipologia di franchising gelateria innovativa è proposta da Gelateria Dolz (qui per info franchising). La sua idea di business si basa sulle gelaterie self service, in cui il cliente si serve da solo. Qui l’investimento è di 95 mila euro, escluse opere murarie e impiantistica, il fatturato annuo va da un minimo di 400 mila a un massimo di 700 mila euro.

Serafino Di Loreto

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.