Il 3D al servizio della aziende e a vantaggio del retail

ISCRIVITI AL WEBINAR “I VANTAGGI DEL 3D PER IL RETAIL” – Giovedì 27 Maggio h.11.30

Le tecnologie sono disponibili, per tutti coloro propensi al cambiamento. Se parliamo di 3D sicuramente non è una scoperta dell’ultimo minuto e sarebbe improprio definirlo “strumento disruptive”. Ciò che è realmente innovativo, invece, è la proposizione di questa tecnologia.

Lo sanno bene gli esperti della società Shin Software Srl che si occupa di proporre soluzioni tecnologiche specifiche, a seconda degli obiettivi, dei requisiti funzionali, dei device o dei canali di destinazione. Loro hanno creato SHOWin3D, una piattaforma agnostica in grado di acquisire i file 3D da molteplici sorgenti (e in molteplici formati), semplificarli, trasformarli in un’esperienza 3D interattiva tramite un potente editor visuale e distribuirli in modo efficiente, efficace e sicuro senza dover scrivere una riga di codice. “Il nostro scopo, – afferma Stefano Provenzano, Founder, CEO & CTO at Shin Software –  è di portare il coinvolgimento e l’interazione tipica del mondo dei videogames all’interno dei processi e delle dinamiche aziendali per generare un nuovo tipo di relazione cliente/prodotto, utilizzando per lo più degli asset già presenti in azienda”.

Infatti SHOWin3D è una piattaforma che consente di sviluppare qualsiasi applicazione 3D interattiva per ogni tipo di azienda: presentazioni interattive, configuratori prodotto, cataloghi interattivi, preventivazione 3D e molto altro. Realizzare una presentazione 3D interattiva con l’editor di SHOWin3D è un’operazione molto semplice ed alla portata di tutti, ed il suo potenziale è molto alto poiché un unico progetto è in grado di funzionare online su diversi dispositivi (PC, smartphones e tablet), realizzando contenuti multilingua.

Sebbene la trasformazione si trovi, per molti comparti industriali, allo stadio iniziale, è destinata, volente o nolente, a radicarsi nel nostro quotidiano. Il cambiamento imposto dall’emergenza non riguarda esclusivamente il luogo in cui esercitare la propria professione: impone di essere connessi ma isolati, indipendenti ma collaborativi, autonomi e proattivi. Questo nuovo status richiede, di fatto, un mindset nuovo e nuovi strumenti operativi, soprattutto per alcuni dipartimenti e funzioni aziendali.

La tremenda tragedia sanitaria che sta affliggendo tanto il nostro Paese quanto altre nazioni, ha spronato manager e advisor alla ricerca di strumenti in grado di supplire alle carenze dovute alle norme di isolamento e distanziamento sociale. Se per molte attività, il telelavoro ha di fatto rappresentato una temporanea soluzione allo stato di necessità, le imprese si sono presto rese conto che lo smartworking non ha potuto e non può costituire tout court una panacea comune a tutte le industries, dipartimenti e funzioni aziendali. In alcune situazioni è necessario fare esperienza del prodotto per descriverne compiutamente le caratteristiche ed i plus rispetto ai prodotti sostituti dei competitor. Questo stato di bisogno ha avviato un processo di digitalizzazione difficilmente reversibile, soprattutto a fronte di una dilagante incertezza riguardo una, tanto presunta, data di ritorno alle abitudini ‘pre-covid19’.

“Con diverse imprese – aggiunge Stefano Provenzano – stiamo attivando delle esperienze di Showroom Virtuali. Grazie a SHOWin3D possiamo ricreare l’atmosfera coinvolgente della sala mostra arricchendola dei plus legati al mondo digital. A differenza dello spazio fisico, lo Showroom virtuale non è soggetto a limitazioni di orario, è visitabile su desktop/tablet/smartphone dalla propria abitazione e consente di illustrare dinamicamente la gamma completa degli articoli in produzione con la possibilità di variare finiture, componenti e accessori”.

L’opportunità dunque di avviare un processo consapevole di digital transformation diventa condizione imprescindibile per far compiere alle imprese un autentico balzo evolutivo.

La nostra esperienza – conclude Provenzano – sosterrà le aziende nell’utilizzo del 3D interattivo come potente strumento di comunicazione, nella sua integrazione con i sistemi gestionali e nel creare soluzioni per forza vendita, e-commerce. La nostra eccellente capacità di gestione di dati, anche di grandi dimensioni, ci permette di produrre web app e mobile app, potenti e affidabili. Inoltre, adottare questo tipo di tecnologia non è più una questione di ‘se’ ma una questione di ‘quando’; in un tempo ragionevolmente breve, consumatori e utenti passeranno da uno stato iniziale di sorpresa nei confronti di questi strumenti (il famoso ‘wow-effect’) alla pretesa di poterli utilizzare per poi sfociare, in alcuni casi, al disappunto del non poter disporne”.

RIPRODUZIONE VIETATA

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.