Il mercato del Lusso:le previsioni per il 2020

Il mercato dei beni di lusso nel 2019 cresce del 4% e raggiunge i 281 miliardi di euro.

I consumatori di domani ridisegnano le dinamiche del mercato; i brand devono innovare costantemente per rimanere rilevanti.

Profumi, cosmetici, abbigliamento gioielleria, orologeria e accessori, ma anche opere di design fanno parte della top list di 380 milioni di consumatori che oggi, nel complesso, spendono 915 mld di dollari (di cui circa 330 mld di lusso personale e circa 585 mld di lusso esperienziale). Secondo il monitor altagamma sui mercati mondiali, il mercato globale raggiungerà nel 2024  €1.260 mld con un tasso costante di crescita del 6%.

“Cina” e “Millennial State of Mind” sono le parole chiave dell’incremento di un mercato in salute, che cresce ad un tasso medio annuo del 4-5%. Tra due anni il lusso conterà ben 440 milioni di consumatori: una crescita guidata prevalentemente dai consumatori cosiddetti “core” (che spendono in media 10.000 € annui in lusso personale ed esperienziale, auto escluse). I mercati trainanti? Saranno Usa, Cina, Europa e Medio oriente. Ma attenzione: dietro ai numeri ci sono dei trend da analizzare più nel dettaglio.

A fronte della buona crescita, i ricercatori mettono in evidenza la presenza di circa 1 milione di “disaffezionati” che dichiarano di voler ridurre invece drasticamente la propria spesa sul mercato d’élite relativamente al lusso personale (profumi, cosmetici, abbigliamento), preservando invece il lusso esperienziale soprattutto in termine di design d’arredo e viaggi.

Si tratta principalmente di consumatori del lusso francesi, italiani, giapponesi e statunitensi, i cui acquisti dipendono strettamente dalle visite in store, dall’interazione con lo staff e dalla qualità e artigianalità dei prodotti, considerate peculiarità imprescindibili per l’acquisto. Attenzione, dicono gli analisti: è necessario scongiurare la dipartita di questo tipo di clienti, per evitare una perdita stimata in circa 4 miliardi di euro. (fonte: “true luxury global consumer insight” – boston consulting group 2018).

Le previsioni per il 2020

Positive anche le stime per il 2020 del mercato del Personal Luxury, con alcuni campioni di crescita: i consumatori cinesi (+10%), la pelletteria (+6%) e il canale di vendita digitale (+13%). La marginalità delle imprese di alta gamma stimata, grazie alle straordinarie performance dei grandi conglomerati, è prevista in crescita del 4,5%. Nonostante il perdurare di alcuni elementi negativi esogeni (tensione commerciale tra USA e Cina, situazione a Hong Kong e fragilità dell’Europa), la dinamicità del comparto dell’alto di gamma e l’ampliamento della base dei consumatori garantiscono la buona salute del settore.

ARTICOLO COMPLETO?

SU AZ FRANCHISING – CLICCA QUI

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *