LARDINI ENTRA IN BORSA

La quotazione, seguita da Ubi Banca, porterà sul mercato una quota vicina al 20% del capitale con l’obiettivo di raccogliere una trentina di milioni da destinare allo sviluppo retail. “Oggi abbiamo una decina di negozi tra diretti e franchising – spiega Andrea Lardini – ma ora servono risorse per aprire in location strategiche per l’affermazione del marchio come Londra e Parigi”. I negozi Lardini sono a Milano, in Spagna, Corea, Giappone e a Filottrano (Ancona), dove ha sede l’azienda. Lardini si prepara ad archiviare un anno in crescita (il bilancio chiude in settembre): taglierà il traguardo dei 90 milioni di fatturato, in aumento di oltre i15% sul 2018. L’azienda marchigiana di abbigliamento maschile formale di fascia alta e che realizza abiti anche per terzi, ha deciso di rafforzarsi con la quotazione in Borsa

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *