Articoli

SERGIO MOLINARO NUOVO COUNTRY MANAGER DI KIDS&US PER L’ITALIA

Kids&Us, scuola di lingue in franchising annuncia la nomina di Sergio Molinaro quale nuovo Country manager per l’Italia.

Classe 1972, Sergio Molinaro ha maturato una solida esperienza in un’importante realtà internazionale attiva nel settore della formazione linguistica – Wall Street English, dal 2010 parte di Pearson Group – occupando diversi ruoli nell’area commerciale e marketing e successivamente nella ristrutturazione e nello sviluppo della rete in franchising.

L’Italia è uno dei Paesi strategici su cui Kids&Us ha deciso di puntare per diventare il player di riferimento per l’insegnamento dell’inglese ai bambini da un anno di età e l’ingresso di Sergio Molinaro è in linea con il progetto di espansione nel nostro Paese. La Società mira infatti a raddoppiare, entro il prossimo anno, la sua presenza sul territorio nazionale con l’apertura di 20 nuove scuole in franchising.

Molinaro coordinerà la sede italiana per la gestione e il supporto dell’intera rete di scuole e avrà il compito di guidare la crescita del business in Italia.

“Sergio vanta una profonda competenza nel franchising e nel settore dell’educazione – ha commentato David Kervyn Lettenhove, Direttore Generale di Kids&Us. – Siamo certi che le sue competenze potranno contribuire a rafforzare la presenza di Kids&Us in Italia, mercato per noi strategico e nostro obiettivo per l’ampiamento del network a livello globale”.

“Sono entusiasta di questa nuova sfida e di entrare a far parte di una realtà così solida, strutturata e dinamica come Kids&Us, con una storia e un metodo che sono garanzia di qualità. Sono onorato di collaborare con un team qualificato e di elevata professionalità e di poter offrire il mio contributo nel rafforzare lo sviluppo del business in Italia: quello del franchising è un settore che necessita di competenze specifiche anche nella gestione delle difficoltà e preoccupazioni degli imprenditori che si avvicinano per la prima volta a questo mondo. Il forte senso di responsabilità nei confronti dei franchisee, delle famiglie e degli studenti di tutta la struttura organizzativa, fanno di Kids&Us una realtà unica e sono orgoglioso di esserne parte”, ha aggiunto Sergio Molinaro.

Il metodo “Natural English” di Kids&Us, è stato fondamentale per lo sviluppo – a partire dal 2007 – del network in franchising nel mondo che oggi conta 435 scuole in 9 Paesi.

Kids&Us utilizza infatti una metodologia di apprendimento innovativa basata sul processo naturale di acquisizione della lingua madre che sfrutta e ottimizza tutti i meccanismi che si attivano durante i primi anni di vita per metterli al servizio dell’apprendimento di una seconda o terza lingua

SALONE FRANCHISING MILANO TORNA A FINE OTTOBRE CON LA 34° EDIZIONE

24, 25, 26 OTTOBRE 2019. Segnatevi queste date.

In quei giorni spegnerà 34 candeline Salone Franchising Milano, la fiera numero 1 in Italia per il mondo del franchising e del retail, giunta quest’anno alla 34° edizione.

LA FIERA  NUMERO 1 IN ITALIA PER SVILUPPARE IL TUO BUSINESS

Il Salone Franchising Milano è una fiera professionale della distribuzione orientata a supportare l’incontro tra franchisor, franchisee e potenziali franchisee e a sviluppare innovazione nella filiera del commercio, intesa nella accezione più ampia: dall’e-commerce al franchising, dal retail ai comportamenti d’acquisto, dalle reti, ai servizi, alle tecnologie, al marketing.

Organizzata da Campus Fandango Club, è la è la fiera leader in Italia per il mondo del franchising nonché l’appuntamento più importante per coloro che guardano al futuro per intraprendere un’attività con particolare attenzione alle soluzioni più innovative.

Fornisce competenze e strumenti agli espositori e contribuisce alla crescita delle aziende che partecipano, per cui è perfetta per i franchisor in fase di lancio. Allo stesso modo è il posto ideale per franchisee e potenziali franchisee grazie ai servizi di eccellenza offerti durante i giorni della fiera.

Una particolare attenzione viene posta inoltre sui mercati esteri, che sempre di più si stanno approcciando ai brand made in Italy. Per questo al Salone Franchising Milano da sempre sono presenti delegazioni internazionali

“Con 17.000 visitatori e 200 brand siamo da oltre trent’anni il posto migliore per chi vuole mettersi in proprio. Tre giorni di workshop, formazione e consulenza gratuita per far nascere e crescere migliaia di imprenditori.

ENGEL & VÓIKERS FATTURATO RECORD – 33% in più per i punti vendita in franchising

Considerando solo i punti vendita in franchising 33% in più.

Il colosso Engel & VóIkers, ha registrato nel 2018 una crescita complessiva dei ricavi
netti da commissioni pari al 9 %, per un totale di 728 milioni di euro (667,8 milioni di
euro, nel 2017). “Questo fatturato record di oltre 700 milioni di euro riflette il
successo della nostra strategia di espansione globale”, ha detto Christian Vòlkers,
fondatore e amministratore delegato di Engel & VóIkers. Il mercato italiano ha
generato la crescita maggiore dei ricavi nella divisione residenziale, uno dei motivi di
questo successo è dovuto anche all’apertura di nuove sedi. Il fatturato della
divisione residenziale è stato di 31,8 milioni di euro (26,1 nel 2017) considerando i
Market Center e gli shop in franchising, con una crescita del 22% rispetto all’anno
precedente, e di 25 milioni di euro (18,8 in 2017) considerando solo i punti vendita
in franchising, pari al 33% in più.

Facile.it lancia la rete in franchising

Facile.it, marchio famoso per il confronto online delle tariffe di assicurazioni, prestiti, mutui, ADSL, energia, conti correnti, ha annunciato il lancio della propria rete di negozi in franchising. Il progetto nasce dopo i buoni risultati ottenuti dal primo punto vendita fisico gestito direttamente da Facile.it, inaugurato lo scorso marzo a Varese, al quale stanno seguendo altre quattro nuove aperture dirette.

«Il lancio di una rete di negozi in franchising distribuiti sul territorio nazionale rappresenta un’estensione fisica del portale Facile.it e una grande opportunità per chi deciderà di fare impresa aderendo al nostro franchising», spiega Mauro Giacobbe, Amministratore Delegato di Facile.it.

L’affiliazione non richiede alcuna fee upfront di ingresso e i ricavi del franchisee arriveranno dalle commissioni legate alla vendita dei prodotti di Facile.it. Oltre a questo il franchisee beneficerà del supporto marketing da parte dell’azienda che, già oggi, è fra i maggiori spender nel mercato pubblicitario italiano e della forza del marchio Facile.it.

Il progetto di franchising non è l’unica novità in casa Facile.it. Per garantire un servizio completo e altamente professionale ai clienti dei negozi anche in ambito creditizio, dopo la positiva esperienza della rete fisica di consulenti sul territorio per il settore delle assicurazioni auto, il portale creerà una nuova rete di professionisti, questa volta dedicata alla consulenza su mutui e prestiti personali, a disposizione di tutti i consumatori che entreranno negli store Facile.it o che richiederanno informazioni attraverso il sito internet.

Rigenerazione di cartucce in franchising: perché conviene aprire

Come aprire un negozio in franchising e contemporaneamente contribuire a salvare il pianeta? Una risposta l’hanno trovata i fondatori di UP and GREEN, azienda leader nel settore della rigenerazione di cartucce in franchising per la stampa che utilizza sistemi certificati ad alta tecnologia.

FARE BUSINESS RISPETTANDO L’AMBIENTE
Circa vent’anni fa, l’azienda UP and GREEN ha mosso i primi passi nel settore e, rispondendo ad una felice intuizione, ha accumulato un know how di tutto rispetto che oggi mette a disposizione dei propri collaboratori, vale a dire di tutti quegli imprenditori che, sensibili alla salvaguardia dell’ambiente ma con l’obbiettivo di creare un business altamente remunerativo, decidono di affiliarsi al brand di rigenerazione di cartucce in franchising. Tutto ruota intorno alla progettazione e alla costruzione di attrezzature di elevata tecnologia per la rigenerazione e la ricostruzione di qualsiasi consumabile da stampa. UP and GREEN fornisce quindi ai propri affiliati non solo il non plus ultra delle materie prime che il mercato possa offrire ma anche una totale assistenza tecnica e il supporto necessario in tutte le fasi dell’affiliazione. Con un know how di eccezione nel commercio e nella produzione di macchine per i centri di rigenerazione cartucce e con un fatturato aziendale di 2 milioni di euro, UP and GREEN ha scelto di sviluppare il brand attraverso il franchising che oggi ha un peso del 20% sul fatturato aziendale. L’azienda ha già all’attivo 8 punti vendita operativi e altri 5 in immediata apertura.

PERCHÉ SCEGLIERE UP and GREEN, RIGENERAZIONE DI CARTUCCE IN FRANCHISING
Prima di tutto perché stiamo parlando di un mercato in continua espansione. A differenza di altri settori commerciali, la rigenerazione e la commercializzazione di consumabili da stampa è in piena espansione. L’origine di tale successo è dovuto all’introduzione di una direttiva dell’Unione Europea che dal 2006 ha stabilito che possono essere vendute solo stampanti funzionanti con cartucce ricaricabili nell’ottica di applicare e rendere più efficace il D.Lgs. n. 151/2005 sui cosiddetti “Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche”, in modo da garantire che su tutto il territorio dell’Unione Europea vengano attivati sistemi per la raccolta, il trattamento e il recupero dei rifiuti elettrici ed elettronici. Una delle conseguenze positive è stata inevitabilmente la proliferazione dei produttori di cartucce riciclate e di materiali per la ricarica. Ad oggi la vendita delle cartucce e dei toner rappresenta oltre l’80% sull’utile operativo di un’azienda. I fatturati aumentano ogni anno con margini di guadagno tra i più alti del mercato. UP and GREEN inoltre non mette alcun vincolo o limitazione nell’affiancare alla vendita delle cartucce altri prodotti correlati al core business e garantisce quindi un ampio margine di operatività da parte dell’affiliato.

I COSTI COMPETITIVI
Un altro fattore altamente appetibile rigenerazione di cartucce in franchising di Up and Green sono i costi di start up, decisamente contenuti che si aggirano intorno ai 10.000 euro, l’assenza di fee d’ingresso e nessun costo pubblicitario. Nonostante l’investimento iniziale sia minimo il fatturato che si può sviluppare non ha limiti. Il franchisee UP and GREEN è messo in condizione di avere a disposizione tutti gli strumenti per rientrare dall’investimento in pochi mesi.

LEADERSHIP NEL SETTORE
Tra i punti di forza dell’azienda va sottolineato il fatto che ha un effettivo vantaggio competitivo sul mercato grazie all’enorme competenza ingegneristica nella produzione di macchine per la rigenerazione di cartucce che nessun altro concorrente possie de né in Italia né all’estero. UP and GREEN, infatti, è un punto di riferimento a livello mondiale per altri gruppi che operano nel settore che non sono produttori.

IL CANDIDATO IDEALE
UP and GREEN è alla ricerca di persone in gamba che abbiano voglia di imparare in fretta un lavoro sicuro e di successo che permetta di cambiare la loro vita professionale con un investimento minimo grazie ad un team di persone affiatato e professionalmente senza eguali in Italia e all’estero. L’azienda, sicura di offrire un prodotto unico, chiede persone uniche alle quali dare in mano uno strumento potente in grado di cambiarne la vita professionale. Il candidato ideale deve aver voglia di imparare e un approccio corretto alla natura imprenditoriale dell’esperienza professionale che andranno a vivere.

IL PROGETTO
A differenza di altri franchising la location ha un’importanza marginale proprio in virtù del vantaggio competitivo. Comunque si parte naturalmente dalla scelta della location che può essere quindi anche di piccole dimensioni per poi costruire insieme alla casa madre il progetto, dal budget, alla progettazione del negozio, alla fornitura di macchinari e tecnologie di ultima generazione, tutto con la diretta e continua assistenza tecnica e commerciale da parte della casa madre che comprende anche i fondamentali aggiornamenti continui sul mercato. La formazione dell’affiliato sta però alla base di tutto e consiste in una lunga full immersion presso il centro produttivo di Vicenza. Oltre alle conoscenze tecniche l’affiliato riceve anche una formazione commerciale e di marketing adeguata che gli permette di sviluppare subito un fatturato importante. La rigenerazione di cartucce in franchising di UP and GREEN, occupandosi di tutto dalla A alla Z, non tralascia nessun particolare e trasforma un semplice candidato in un professionista esperto del settore, anche partendo da zero, per posizionarlo sul mercato con vantaggio competitivo enorme rispetto agli altri players. I progetti per il futuro, sostenuti dagli incoraggianti dati di profitto, hanno l’espansione come linea guida nei progetti dell’azienda che intende chiudere il 2015 con circa cinquanta nuove affiliazioni. Per quanto riguarda il prossimo anno, il 2016 segnerà nelle intenzioni dell’azienda l’avvio dell’apertura ai mercati esteri anche se esistono già ad oggi alcuni progetti in stato di avanzamento in alcuni paesi dell’area europea.


Vuoi info su come aprire un Up and Green? Compila il form sottostante:

[contact-form-7 id=”3483″ title=”Customer Card Contact Form ITA”]

 

Il franchising servizi Color Glo ha 3 nuovi affiliati

Color Glo, rete in franchising servizi specialista in riparazione, colorazione e restauro di superfici in pelle, similpelle, cuoio, plastica e alcantara amplia la propria rete sul territorio italiano aggiungendo alle città in cui è già presente nuovi punti: Firenze Nord, Terni e Sud est Barese.

Il network in franchising servizi nato negli Stati Uniti nel 1975 e giunto in Italia nel 2005, propone un interessante servizio di rigenerazione in grado di eliminare buchi, strappi, graffi, bruciature, macchie difficili, cattivi odori, rinnovare o cambiare il colore di interni auto, barche, uffici, divani, poltrone, borse, scarpe e accessori. Gli interventi avvengono senza sostituzione, nel pieno rispetto dell’originalità del materiale.

Il mercato di riferimento, ampio e variegato, rende Color Glo un business anticirisi e multisettoriale.

I prodotti, creati per un esclusivo uso professionale, sono utilizzati soltanto dagli affiliati del gruppo. Ogni franchisee viene preparato attraverso un corso di alta formazione (centri Scuola a Napoli e Verona) che trasferisce il know-how unico, fondamentale per l’avvio dell’attività.

Non è richiesta alcuna precedente esperienza nel settore. Nessuna royalty dovuta per i primi sei mesi di attività nel franchising. Non obbligatorio l’apertura di un point, il servizio può essere svolto anche presso il domicilio del cliente. Territorio in esclusiva.

Per maggiori info: www.colorglo.it

 

 

 

 

 

 

Franchising servizi: “Perché ho scelto Color Glo”

Franchising servizi. Due parole che per Diletta Ferretti, 36 anni di Anzio Nettuno, in provincia di Roma, hanno significato l’indipendenza economica. E Color Glo, marchio in franchising specializzato nella rigenerazione di superfici in pelle e in plastica, ha significato successo. Il brand, di origine americana, è nato nel 1975 ed è approdato in Italia nel 2005, sviluppandosi attraverso la formula del franchising. Diletta non dispone di un punto vendita su strada e gestisce la sua agenda di appuntamenti, recandosi personalmente presso il cliente. Grazie al franchising servizi Color Glo, quindi, Diletta ha potuto avviare un’attività senza bisogno di un negozio.

Come ha conosciuto il franchising servizi Color Glo?
“Ho conosciuto Colog Glo grazie al mio vicino di casa, che ha avuto modo di testare sulla propria autovettura il servizio di rigenerazione degli interni. Successivamente, incuriosita dal risultato constatato con i miei occhi, ho voluto testare personalmente l’efficacia sulla mia auto, rimanendone positivamente colpita. Mi è sembrato un progetto imprenditoriale interessante e nuovo, senza numerosi competitor sul mercato. Così ho deciso di interessarmi all’affiliazione, contattando direttamente la casa madre. Sono andata nei loro uffici e mi hanno illustrato il progetto, come svolgere l’attività e le modalità contrattuali”.

A novembre del 2009 Diletta diventa franchisee Color Glo. Perché la scelta di un settore così particolare, soprattutto per una donna?
“Sì è vero, un’attività di questo genere viene spesso associata a una figura maschile. Ma noi donne siamo dotate di precisione, siamo pignole e meticolose nel lavoro. Tutte doti che servono per svolgere questo lavoro. Qui non è necessario avere forza fisica”. Diletta non aveva idea di che cosa fosse il franchising e nonostante questo ha scelto l’affiliazione per realizzare il suo sogno di imprenditrice. “Non sapevo che tipologia contrattuale fosse e come funzionava. Però sapevo che avevo bisogno di un supporto per partire, soprattutto in un settore così particolare. Oggi posso affermare che il franchising ti permette di essere indipendente ma con le spalle coperte. Sai che puoi contare sull’esperienza e sul supporto di un’azienda che ha precedentemente sperimentato il progetto sul mercato. Il franchising rappresenta indubbiamente un vantaggio per chi non è nato imprenditore, ma vuole diventarlo”. Prima di gestire in modo autonomo il suo “parco” clienti Diletta ha dovuto seguire un corso di formazione, sia pratico – della durata di una settimana – che teorico, della durata di dieci giorni circa. “Abbiamo imparato a conoscere i diversi tipi di materiale e a utilizzare i prodotti dedicati. In più, le tecniche di restauro e rigenerazione. Corsi che proseguono tutt’ora con aggiornamenti continui. In caso di necessità, la casa madre è sempre presente a consigliarti, a supportarti per gestire al meglio la tua attività”. E dopo aver iniziato a impratichirsi, lavorando sulle autovetture di parenti e di amici, Diletta ha iniziato a farsi conoscere anche da autosaloni, carrozzieri e meccanici. “È stato l’inizio per trovare nuovi clienti, per mostrare la mia attività e presentare i servizi Color Glo. E oggi il 90 per cento del mio lavoro si svolge con questi soggetti. In più, la casa madre mi invia delle mail con i contatti di nuovi potenziali clienti, che prontamente contatto”. Così, nel giro di un mese dall’affiliazione Diletta è riuscita a ottenere un minimo di incasso. “Ma ci sono voluti circa tre anni di attività per recuperare l’investimento sostenuto all’epoca”. Oggi gestisce la sua attività solo su appuntamento, circa due o tre al giorno, lavorando con circa 20 autosaloni, carrozzieri, privati e anche con il comparto della nautica. “Mi chiamano, verifico personalmente l’entità del lavoro e stilo un preventivo. In questo modo, organizzo il tempo in maniera ottimale, e anche la mia vita ne ha giovato”. La casa madre supporta il franchisee anche con campagne di pubblicità e di marketing mirate, sia con l’obiettivo di far conoscere i servizi che di trovare nuovi clienti.

Consiglierebbe il franchising servizi Color Glo a chi sta pensando di avviare un’attività indipendente?

“Certamente. Color Glo è un marchio affermato a livello mondiale, garantisce all’affiliato supporto costante e servizi innovativi, in continuo aggiornamento”.