Intervista a Mauro Mordini, Country Manager di Regus in Italia

Regus, leader a livello mondiale nella fornitura di spazi di lavoro, annuncia lo sbarco ufficiale anche in Italia, offrendo ai professionisti del settore un’opportunità di investimento totalmente inedita e innovativa per il real estate.

 

Il business degli spazi di lavoro flessibile è un segmento del real estate particolarmente promettente: si calcola che, entro il 2025, il 30% dell’impronta immobiliare totale delle grandi aziende, a livello globale, sarà costituita da spazi di lavoro flessibile. E con Regus lo smart-working si fa in franchising. Il piano di espansione dei business center Regus attraverso il format del franchising, che ha debuttato a livello globale nel 2015 in 12 Paesi extra-europei, è stato esteso nel 2018 anche a cinque mercati europei (Gran Bretagna, Francia, Germania, Spagna e Italia). Regus è pronta anche nel nostro Paese ed è in cerca di investitori interessati in questo piano di espansione e crescita. Già presente in Italia con 52 strutture, attraverso il franchising, la società si pone l’obiettivo di raggiungere i 65 business center in Italia entro la fine dell’anno.

IL MODELLO FRANCHISING DI REGUS

La società mette a disposizione il proprio know-how trentennale nella gestione di spazi di lavoro professionali. La collaborazione con Regus si svilupperà a partire dalla definizione congiunta di un programma di sviluppo, che prevede un’area geografica e un numero di aperture predefiniti. Oltre alle location, verrà definito il periodo di collaborazione: 10 anni a partire dalla data di apertura di ogni sede, con possibilità di estendere la partnership per ulteriori 5 anni.

Il progetto, quindi, passerà dall’individuazione della location perfetta: un immobile con una superficie di almeno 1.000 m2, che possa ospitare almeno 100 postazioni di lavoro, allestita secondo i canoni ar-
chitettonici e di design che contraddistinguono ogni spazio Regus nel mondo.

LA PROPOSTA

La proposta si rivolge ad imprenditori e manager che abbiano uno spiccato radicamento territoriale, disponibilità finanziaria, spirito di iniziativa, ma anche a proprietari di immobili sul territorio italiano che vogliano mettere a frutto il loro patrimonio, trasformandolo in un prodotto innovativo e all’avanguardia. “Il nostro segreto è da sempre quello di saper trasformare qualcosa di rigido, un immobile, appun-
to, in uno spazio estremamente flessibile – afferma Mauro Mordini, Country Manager di Regus in Italia. – È chiaro che, per riuscire in questo progetto, l’apertura di un business center in franchising debba obbligatoriamente passare per investimenti significativi, più alti rispetto a quelli di un franchising tradizionale, seppur meno onerosi rispetto alla media del settore immobiliare.

In termini economici, visto che si tratta di un investimento medio alto, quali sono i margini di guadagno?

“Oggi stiamo lavorando ad un business model che preveda un EBITDA superiore al 20% e un tempo di recupero del capitale investito di circa 4 anni. Una delle voci più rilevanti del nostro conto economico è

rappresentata dai canoni di locazione pagati alle proprietà. Condurre una buona trattativa può determinare il successo o l’insuccesso del nostro business model. Anche in questo Regus è vicina ai suoi franchisee.

Supporteremo e consiglieremo i futuri candidati nelle negoziazioni con le proprietà avvalendoci della nostra esperienza trentennale in questo business”.

Ma quali sono i punti di forza del vostro innovativo format?

“La nostra reputazione. La nostra lunga esperienza nel settore è il vero punto di forza. È garanzia della maturità del mercato per accogliere un format innovativo come questo. Gli investimenti in franchising in Italia, fino ad oggi, hanno riguardato per lo più il segmento retail e quello del food & beverage ma siamo fermamente convinti che oggi ci sia la possibilità di sviluppare con successo anche il mercato degli spazi di lavoro flessibile. Un settore in enorme ascesa. CBRE stima una crescita a livello globale pari al 13% all’anno e noi di Regus stiamo crescendo anche di più. Aprendo un business center Regus in franchising, si vende un prodotto conosciuto, che attira clienti, nonchè anticipa la domanda sempre più in crescita per questo tipo di servizio”.

Quali sono i vantaggi per un potenziale affiliato?
Perché affiliarsi a Regus?

“Con questo progetto, diamo ai franchisee l’opportunità di entrare in un mercato consolidato insieme a un brand che vanta più di 30 anni di esperienza nel settore. Offriamo agli affiliati una serie di servizi per sostenerli nella crescita: consulenza in fase di progettazione, formazione del personale, un confronto costante con il nostro team, la promozione del brand sul mercato, la possibilità di sfruttare la rete Regus di clienti nazionali ed internazionali, la promozione e la vendita dei servizi ecc. Stiamo già discutendo con alcuni attori italiani, speriamo di poter vedere presto i primi frutti di queste collaborazioni”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *